comunas  ›  comuni sardi  ›  provincia dell'ogliastra  ›  loceri  ›  cultura  ›  storia

Storia

storia
Non si hanno molte notizie storiche su Loceri.
Il paese fu distrutto e raso al suolo nel 1316. Prima della distruzione entrò a far parte della giurisdizione del giudicato di Cagliari.
Fu ricostruito e tornò ad essere un centro abitato prima del 1500. Da questo momento appartenne prima alla Corona aragonese e, dal XVIII secolo, al regno piemontese.

Il nome del paese pare abbia origine etrusca, alcuni abitanti dell'Etruria erano infatti definiti "Luceri". Qualcuno ritiene possa derivare da "Luceres", una delle tribù di Roma di estrazione etrusca. Altri ipotizzano che il nome derivi da "Locus aeris", che significa "luogo del rame", infine altre fonti individuano un rapporto di derivazione dal toponimo "Luccieri", nome di un antico paese.

Territorio
Loceri appartiene alla nuova provincia dell'Ogliastra. Sorge a pochi chilometri dalle falde del Gennargentu, a circa 200 metri sul livello del mare.
I numerosi uliveti e vigneti caratterizzano le colline che lo circondano. Le zone non coltivate sono ricoperte da una fitta vegetazione. Tra i monti più importanti del suo territorio vi sono il monte Cuccu e il monte Taré che presentano due conformazioni completamente differenti. Il primo è stato coltivato nei secoli dagli abitanti del luogo, il secondo invece presenta zone scoscese e irte. I monti sono ricchi di sorgenti e lasciano spazio, nella parte orientale, ad una valle che arriva sino al mare, con splendide spiagge isolate e acqua cristallina.