comunas  ›  comuni sardi  ›  provincia di olbia-tempio  ›  palau  ›  cultura  ›  storia

Storia

storia
L'origine del suo nome risale al XIV secolo, quando i pescatori del luogo indicavano col termine ''parago'', da cui ''parao'', i punti della costa ritenuti più sicuri e ben riparati dal vento. Il promontorio palaese, come tutto l'arcipelago di La Maddalena, era noto fin dai tempi del geografo greco Tolomeo, che nelle sue cartografie soprannominava il sito ''Arcti Promontorio''.

Il primo insediamento attestato è legato a Giovan Domenico Fresi, noto Zecchino, che abbandonò le campagne di Aggius dove abitava per trasferirsi a Palau. Sul comignolo della sua casa, nel centro storico del paese, è ancora possibile leggere la data del suo insediamento, il primo agosto del 1875.
Furono molti i nuclei familiari che dall'interno della Gallura si riversarono sulla costa, richiamati dalla richiesta di manovalanza per la costruzione delle fortezze di Monte Altura, Capo d'Orso, Baragge. La grande quantità di roccaforti che dominano il mare ricordano l'importanza strategica del luogo, a partire dalle conquiste piemontesi risalenti alla fine del '700, fino alle due guerre mondiali.
Verso la fine del secolo scorso iniziò il popolamento della zona con l'insediamento di pescatori e agricoltori, che hanno saputo utilizzare nel modo migliore la felice posizione geografica, quasi equidistante dall'arcipelago di La Maddalena e dalla Costa Smeralda, per migliorare la loro condizione socio-economica.
Palau dispone oggi di un attrezzato porto turistico adibito anche a scalo per le navi di linea delle grandi compagnie di navigazione che assicurano i collegamenti con il resto della penisola.
La cittadina, frazione di Tempio Pausania fino al 1959, oggi è un comune autonomo della provincia di Olbia-Tempio.

Territorio
Palau è situata in una delle più scenografiche ramificazioni della costa nord-orientale della Sardegna, di fronte all'isola di La Maddalena. La costa si presenta prevalentemente scoscesa e rocciosa.

La cittadina, ha raggiunto uno straordinario successo nello scenario del turismo internazionale, grazie soprattutto alle sue coste artisticamente modellate dalla natura e uniche al mondo. Tra queste merita un'attenzione particolare la roccia dell'Orso, così definita per la presenza della roccia granitica dalla particolarissima e inconfondibile forma di un orso rivolta verso il mare. Tale roccia è nota fin dai tempi più remoti e domina tutto il territorio.
Sul lato opposto rispetto al paese si trova il centro balneare di Porto Rafael, costituito da diverse ville inserite nel contesto paesaggistico della Punta Sardegna.

Economia
Anticamente Palau basava la sua economia sull'agricoltura e sulla pastorizia, ma la vicinanza con l'isola di La Maddalena, le ha assegnato la qualifica di rinomato centro turistico.