comunas  ›  comuni sardi  ›  provincia di sassari  ›  alghero  ›  musei  ›  alghero, fertilia, ecomuseo egea

Alghero, Fertilia, Ecomuseo EGEA

Alghero, Fertilia, Ecomuseo EGEA - foto gentilmente concessa da Ecomuseo EGEA © Tutti i diritti riservati
Mappa di Alghero
Informazioni
Indirizzo: Ex Officine di Fertilia - SS 127 bis, 21 - 07041 Alghero
Cell. +39 348 7783290
Ente titolare: Associazione EGEA - Cooperativa Sociale Solomare
Ente gestore: Associazione EGEA - Cooperativa Sociale Solomare
Orari:
Invernale
MA-SA 16:00-19:00
DO 10:00-13:00 e 16:00-19:00
Estivo
MA-DO 10:00-13:00 e 17:00-20:00
Per pianificare la visita si consiglia di contattare anticipatamente la struttura.
Biglietto:
Intero - euro 5,00 - dai dodici anni in su
Gratuito - minori da zero a sei anni
E-mail: info@ecomuseoegea.org
Sito web: https://ecomuseoegea.org
Facebook: www.facebook.com/EcomuseoEGEA

Il museo
L'Ecomuseo EGEA è dedicato al ricordo e alla memoria dell’esodo Giuliano-Dalmata, alla storia del borgo di Fertilia, ed alla sua comunità.
Il nome del museo: "Egea", è quello di Egea Haffner Tomazzoni, la famosa “Bimba con la valigia”: il volto del dramma delle foibe e dell’esodo, immortalato da una fotografia iconica e storica.
La signora Egea Haffner ha partecipato all’evento di presentazione dell’Ecomuseo svoltosi il primo di febbraio del 2020.
Il primo segmento del museo, che in divenire si propone di estendersi diffusamente su tutto territtorio che ospitò parte dell'esule comunita Giuliano-Dalmata, sarà il padiglione delle Ex Officine di Fertilia. Situato sulla riva dello Stagno del Calich, le Ex Officine furono uno dei luoghi centrali nella ricostruzione di Fertilia durante il secondo dopoguerra, proprio in concomitanza con l’arrivo degli esuli di Istria, Venezia-giulia e Dalmazia.

Perché è importante visitarlo
L'Ecomuseo EGEA nasce per conservare e valorizzare il patrimonio culturale - materiale e immateriale - del territorio di Fertilia, mettendone in relazione gli elementi di carattere ambientale (la laguna del Calick) con quelli del paesaggio urbano (la città di fondazione, gli edifici di archeologia industriale, i beni archeologici come lo straordinario Ponte romano), insieme alle altre testimonianze storiche della sua comunità, come gli innumerevoli documenti e immagini conservati negli archivi, pubblici e privati.