I COMUNI DELLA SARDEGNA IN RETE
comunas  ›  comuni sardi  ›  risultato ricerca
Comuni sardi

Risultato ricerca

Erula è uno dei comuni più giovani d'Italia: la sua autonomia amministrativa risale al 1988. Nonostante si trovi tra l'Anglona e il Logudoro il dialetto parlato è il gallurese, in quanto il paese è abitato da famiglie provenienti da Tempio Pausania, Aggius e Bortigiadas. Il comune amministra anche due frazioni: Sa Mela e Tettile.
Il comune di Escalaplano, passato di recente alla provincia di Cagliari, si trova a 338 metri di altitudine e il suo territorio si sviluppa tra le valli del Flumendosa e del Flumineddu. L'economia del paese è basata principalmente sull'agricoltura e sulla pastorizia. Numerosi i reperti nel territorio. Fra le chiese merita una visita quella di San Sebastiano.
Piccolo e grazioso centro del Sarcidano, Escolca si estende in un'ampia vallata che, scendendo dolcemente dalla rocciosa giara di Serri, si ricongiunge alle terre della Trexenta e della Marmilla. Il paese, è diviso in quattro rioni o borgate. Fra le testimonianze più antiche del territorio è presente il nuraghe "Mogorus", ancora da scavare, probabilmente integro.
Esporlatu con una superficie di 18,27 kmq è il paese più piccolo del Goceano, adagiato in una valle ad Ovest del Castello di Burgos. Il territorio è attraversato dal rio Molinu che rende fertile soprattutto la zona verso la pianura. Numerose le testimonianze del periodo nuragico come il maestoso nuraghe mono-torre di Erismanzanu. L'economia del paese è legata principalmente all'agricoltura.
Esterzili è un comune della provincia di Cagliari, situato sul monte Vittoria a 1200 metri sul livello del mare, in una posizione particolarmente affascinante. Il centro storico conserva intatto il fascino delle antiche abitazioni della Sardegna. Il paese è ricco di posti da visitare: siti archeologici, chiese e il centro storico reso caratteristico dai murales.
Il paese di Florinas si sviluppa lungo la valle di Codrongianus nei pressi del monte Figulinas. Il suo territorio è ricco di siti archeologici di notevole interesse che testimoniano la presenza dell'uomo a partire dall'età nuragica, tra cui alcune domus de janas e numerosi i nuraghi.
Il paese, seppur isolato tra le montagne ricche di vegetazione, conserva le tracce lasciate dai vari conquistatori dell'Isola. Il suo paesaggio è abbellito da splendidi monumenti come il Tempio di Antas dedicato al Sardus Pater e la spettacolare grotta di Su Mannau. Anche qui si trovano caratteristici impianti minerari e villaggi abbandonati.
Flussio è un piccolo centro della Planargia, collocato nella sommità di una piattaforma basaltica, a 306 metri sul livello del mare. Il territorio si presenta molto florido e particolarmente adatto all'agricoltura, fonte primaria insieme all'artigianato per l'economia flussiese. E' famoso soprattutto per la produzione di cesti di asfodelo. Dal paese si può apprezzare un meraviglioso panorama, habitat naturale dei grifoni.
Fonni è il paese più alto della Sardegna, a 1000 metri sul livello del mare. Non si conosce l'origine del termine Fonni, alcuni ritengono tragga origine dalla voce fenicia "phanna" (elevatezza, bell'aspetto, bella vista); altri pensano derivi dall'antica città di Sorabile, distrutta dai vandali prima della caduta dell'impero romano, le cui rovine sono tuttora visibili.
Fordongianus, situato sulla sponda sinistra della valle del Tirso, sorge sui resti dell'antica sede fortificata di Forum Traiani. Il paese è noto per la presenza di un complesso termale di età romana risalente al I sec. d. C.. Il paese è conosciuto, inoltre, per le cave di trachite rossa.
91-100 di 377